Qualora le mappe fatte dallo studente non dovessero essere idenee per il docente della materia

Più volte sentiamo dire che le mappe concettuali sono un metodo di studio e ogni studente deve fare le proprie, seguendo il proprio  ragionamento, ma che si può fare quando un insegnante queste mappe non le accetta per svariati motivi?

Ovviamente rifarle………. ma farsi dire dal docente stesso come deveono essere i parametri per una buona mappa concettuale nella sua disciplina, quindi l’insegnante ha il dovere di insegnare un metodo, “DIDATTICA INDIVIDUALE”

Decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011

Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con DSA – allegate al DM n. 5669

Se un insegnante nega l’uso di uno strumento compensativo commette reato di DISCRIMINAZIONE INDIRETTA

Negare l’uso di un ausilio o strumento compensativo, APPROVATO nel PDP o nel PEI, rappresenta un caso di DISCRIMINAZIONE INDIRETTA previsto e sanzionato dalla legge 67/06: art. 2 c.3.

«Si ha discriminazione indiretta quando una disposizione, un criterio, una prassi, un atto, un patto o un comportamento apparentemente neutri mettono una persona con disabilità in una posizione di svantaggio rispetto ad altre persone».

(il termine disabilità riferito alle difficoltà di apprendimento ha uno scopo etico di protezione sociale; è utile quando viene utilizzato per rivendicare un diritto a Pari Opportunità nella Istruzione; quella della disabilità è, infatti, una relazione sociale, non una condizione soggettiva della persona).

Legge 1 marzo 2006 n. 67

 

Come devono essere i voti per gli alunni con disabilità

In alcune scuole c’è la regola che se un alunno con disabilità ha una prova personalizzata e ridotta, secondo il suo PEI, il relativo voto non può partire da 10 in quanto è una prova secondo alcuni docenti “semplificata”, cosa del tutto ERRATA, la normativa dice che i voti debbano essere espressi in decimi, quindi partire da 10, inoltre non deve essere valutato solo il prodotto finale, MA anche il percorso di apprendimento avuto dal ragazzo stesso.

Ogni alunno HA IL DIRITTO  di poter ricevere 10, ivi compresi i ragazzi con disabilità che dimostrano di aver raggiunto gli obbiettivi richiesti dal loro PEI.

LINEE GUIDA PER L’INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITA’ Nota 4274 del 4 agosto 2009 pag. 18

Estratto del convegno avvenuta a Parma il 20-04-16

Relatore dott. Guido Dell’Acqua del Ufficio IV (Disabilità DSA e integrazione alunni stranieri)

Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione al MIUR

Gli strumenti compensativi e dispensativi non sono dei facilitatori!
Se una verifica è priva di errori ed è perfetta, il voto è 10!
 

Ricambi doppi, Fogli utilissimi per fare mappe concettuali

Blasetti presenta il RICAMBIO RINFORZATO DOPPIO a quadretti 5mm, l’innovativo prodotto che consente di continuare a scrivere… anche quando è finito il foglio! 

Il RICAMBIO RINFORZATO DOPPIO è un ricambio rinforzato con carta 100gr, di dimensioni doppie rispetto al foglio A4 (che viene fornito piegato in due per essere conservato all’interno del raccoglitore ad anelli).

Una volta aperto consente di avere una doppia superficie scrivibile rispetto al tradizionale foglio di carta.

Cercarli nelle migliori cartolerie o on line.

Sito di Supporto allo studio per Bambini e Ragazzi con DSA e non

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi