I genitori hanno il diritto di ricevere copia della bozza del PEI e poi la copia del PEI approvato e anche copia del verbale del GLO

Al netto delle norme il buon senso dice che sia logico dare copia del PEI ai genitori, perché:

1) è un documento che riguarda il minore sul quale esercitano la responsabilità genitoriale

2) è un documento controfirmato anche da loro e come ogni “atto” sul quale va apposta una firma ,  viene rilasciata una copia a tutti i sottoscrittori (chi firmerebbe qualcosa senza averne poi una copia?).

Purtroppo il buonsenso spesso non viene utilizzato quandi vediamo cosa dice la normativa:

Secondo il D.lgs. 153 del 2023 art. 4 c. 9
«I membri del GLO hanno accesso al PEI discusso e approvato, nonché ai verbali.»

Da notare che si parla sia di PEI “discusso” (ossia della bozza esaminata durante il GLO) che “approvato”, ossia il testo definitivo.

Poiché anche i genitori sono membri del GLO, questo diritto vale ovviamente anche per loro.

Inoltre nelle Linee Guide allegate sempre al Dlgs 153/23  è ulteriormente specificato questo diritto a pag 11 è scritto«Tutti i membri del GLO RICEVONO la DOCUMENTAZIONE utilizzata nell’incontro e hanno accesso al PEI discusso e approvato, nonché ai verbali. » ciò significa che i genitori non devono solo ascoltare durante il GLO ciò che è scritto nel PEI ma devono avere una copia della BOZZA (=documentazione). 

Nonostante tutto questo ci sono scuole che ancora rifiutano di fornire alla famiglia copia della bozza del PEI,

Quando sarà in vigore il PEI in formato digitale il documento proposto sarà visibile a tutti on line, e problemi del genere si spera non dovrebbero essercene più.

Quello che adesso si può realmente “pretendere” è che, considerando che tutti i membri del GLO dovranno alla fine dell’incontro approvare formalmente il PEI, essi devono essere messi nella condizione di potersi esprimere in modo consapevole e per farlo devono avere la possibilità di esaminare adeguatamente il testo proposto, nel tempo necessario.

In caso contrario ci si può rifiutare di approvare il PEI, facendo mettere a verbale questa motivazione. 


Cosa diversa è avere copia del PEI firmato, approvato e protocollato, la famiglia ha l’indubbio diritto di averne una copia, la scuola deve solo accertarsi che chi lo richiede abbia “interesse” (diritto l) ad averlo, e poiché  il richiedente di detta documentazione è ben noto alla scuola e il suo interesse è evidente. 

La normativa raccomanda l’accesso per via informale, con domanda diretta, anche verbale, e l’immediata consegna dei documenti DPR 184-2006 art 5 comma 1.

Se la scuola non accetta la via informale si può accedere al PEI anche con una Istanza di richiesta di accesso agli atti ,  in base alle norme sulla trasparenza, in quando la  scuola è un ente della pubblica amministrazione.

linea-matitine-lunghe

Se le copie non andranno utilizzate a fini giudiziari si applica l’accesso informale che non prevede bolli (normativa).

Quanto ai diritti di copia (costo fotocopie) quelli vanno pagati. 

Ci sono dei tariffari che devono essere pubblici chiedeteli in visione.

linea-matitine-lunghe

Altre normative che attestano che tutti i documenti riguardante lo studente con disabilità devono essere disponibili alla famiglia, o ai tutori legali:

  • Linee Guida MIUR per l’integrazione scolastica del 2009 dove, a pag. 19, si legge: «la documentazione relativa all’alunno con
    disabilità deve essere sempre disponibile per la famiglia e consegnata dall’istituzione scolastica quando richiesta».

linea-matitine-lunghe

La scuola può motivare il rifiuto all’accesso con la tutela della privacy?
La privacy tutela i cittadini, non l’amministrazione.

Per rilasciare la copia degli atti ammistrativi (PEI, PDP, verifiche scritte, verbali vari) la scuola deve solo verificare se chi ne fa richiesta abbia interesse all’accesso, ma trattandosi dei propri figli non ci sono dubbi.

Le informazioni sulla salute contenute nel PEI sono ben note ai genitori dell’alunno con disabilità visto che sono essi stessi che le hanno consegnate a scuola.

Motivare il rifiuto su queste motivazioni è scorretto e pretestuoso.

linea-matitine-lunghe

Essendo membri effettivi del GLO i genitori anche anche il diritto di ricevee copia della bozza del  verbale del GLO da approvare, e poi la copia definitiva approvata (Linee Guida allegate al DI 182 pag. 12).

Il verbale dell’incontro, firmato da chi lo presiede e da chi verbalizza, certifica la regolarità delle procedure e delle decisioni assunte.

linea-matitine-lunghe

Lascia un commento