Programma “differenziato” alla scuola media

STUDENTI CON DSA

 La valutazione degli apprendimenti, incluse l’ammissione e la
partecipazione all’esame finale del primo ciclo di istruzione, deve essere coerente con il piano didattico personalizzato (PDP) predisposto dai  docenti del consiglio di classe.

Per l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione
la commissione puo’ riservare agli studenti con DSA, tempi più lunghi di quelli ordinari, possono utilizzare gli strumenti compensativi (informatici e non) previsti nel PDP e usati in corso d’anno.

Nel caso in cui lo studente fosse dispensato dalla prove scritte di lingue straniere, la commissione degli esami, sostituirà la prova scritta con una verifica orale, in casi particolarmente gravi si può anche esonerare completamente lo studente dalla lingua straniera, in questi casi agli esami lo studente non sosterrà (per niente) la prova.

Lo studente con DSA, riceverà un regolare diploma e non si farà menzione sullo stesso, della differenziazione delle prove.

62-17 art. 11 comma da 9 a 15 pag 11-12

Questo decreto modifica il precedente allegato alle linee guida, DL 5669-2011, che prevedeva il NON rilascio del diploma in caso di esonero dalla lingua straniera. 
CONSIGLIO AI GENITORI

Non esonerate dalla lingua straniera i vostri figli, perchè per quanto questa possa risultare difficile, alle supriori l’avranno comunque e lì non si potrà esonerare, altrimenti non riceveranno il diploma finale, quindi, essendo stati esonerati alla scuola media, poi si troveranno nella condizione di essere notevolmente indietro rispetto al resto dei compagni e la fatica per raggiungere una valutazione sufficente sarà notevolmente superiore.

STUDENTI CON LEGGE 104

Se uno studente con disabilità per sue necessità personali, legati alla sua patologia e al suo modo di apprendere, necessita di una didattica differenziata rispetta alla classe di appartenenza si predispone un PEI con programmazione indivudualizzata e personalizzata, cioè le prove di verifica saranno “diverse” da quelle dei compagni, ma con valore equipollente, questa diversificazione può includere tutte le discipline o anche solo una, come ad esempio la lingua straniera, la quale può essere semplicemente dispensata dalle prove scritte, OPPURE esonerato completamente dalla disciplina.

Di conseguenza agli esami di fine ciclo lo studente avrà prove coerenti con il PEI (queste prove avranno valore equipollente) e non sosterrà esami nelle dipline dalle quali è stato esonerato.

In ogni caso lo studente a fine ciclo riceverà un regolare diploma e non si farà menzione sullo stesso, della differenziazione della didattica.

 

SOLO nel caso che, lo studente NON SI PRESENTI agli esami conclusivi del ciclo, allora egli riceverà un attestato dei crediti formativi, che gli permetterà comunque l’accesso alla scuola superiore, ma che NON ESSENDO UN DIPLOMA, non gli permetterà di raggiungere il diploma, ma solo un altro attestato dei crediti formativi. DL 62-17 art. 11 comma da 4 a 8 pag 11

Share it now!

Lascia un commento

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"