Organizzarsi dopo la terza media

prepararegliesamiVerso febbraio dell’anno in cui il/la vostro/a ragazzo/a, frequenterà la terza media, dovrete fare la preiscrizione all’istituto superiore scelto, tale richiesta si fa on line al sito www.iscrizioni.istruzione.it/
dopo di che portate personalmente le diagnosi (DSA/L. 104) aggiornate all’anno in questione, le quali dovete aver dovuo fare richiesta qualche mese prima, e fatele protocollare, il che significa che la scuola deve semplicemente mettere un timbro, con il numero progressivo attribuito a questo documento, è questione di pochi secondi, molte scuole, non vogliono farlo, fatevelo fare è un vostro diritto, vi sarà utile in futuro, nel caso dovrete inviare lettere/raccomandate di protesta, inserendo appunto il numero di protocollo, per facilitare la ricerca del documento stesso, e per fare capire che si conoscono i diritti acquisiti per legge, tramite la diagnosi
dopo qualche giorno di inizio scuola chiedete colloquio al coordinatore di istituto per i DSA, o per i ragazzi H nel caso di L. 104, e fate sapere che c’è una diagnosi protocollata, portando con voi una copia, da lasciare al docente, in modo che possa visionarla con calma, fare richiesta del pdp (piano educativo personalizzato), se questo tardasse ad essere redatto, (i docenti hanno tempo fino ai primi di dicembre), fatene richiesta scritta, indicando il numero di protocollo della diagnosi
appena si aprono i colloqui con i docenti chiedete un appunamento con tutti, e consegnante ad ognuno una copia della diagnosi (così da non poter dire che non sapevano), e chiedete ad ognuno quali sono le richieste, e come intendono procedere per l’insegnamento, che vostro figlio ha diritto a dei sistemi compensativi e dispensativi,  e come la pensano in materia
fate una lettera dove richiedete le copie di tutte le verifiche sritte, di tutte le materie per tutto l’anno scolastico, e consegnatela in segreteria (nelle superiori non ti danno le copie se non è specificato e te le fanno vedere solo ai colloqui che durano poco)
Cercate in linea di massima, di essere collaborativi e attivi, con i docenti, loro apprezzano quando vedono che la famiglia e il ragazzo, si impegnano nel, il loro lavoro a scuola non può essere sufficente,  se ci sono cose che non vanno, fateglielo presente, e cercate insieme una soluzione.
Buon Lavoro
Iniziare un nuovo anno scolastico…..
Share it now!

Lascia un commento

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"