Archivi categoria: Libri consigliati

Piccole Donne Di L. M. Alcott

Un bel romanzo Di L. M. Alcott Piccole donne, un libro che un tempo veniva sempre consigliato da maestre e insegnanti in generale.

La storia si svolge nel periodo della guerra di secessione Americana, il Padre delle protagoniste è lontano, in guerra, manca poco tempo a natale e le quattro giovani donne (Margareth “Meg” la più grande, Josephine “jo” la secondogenita, decisamente irrequieta e poco incline a rispettare le convenzioni sociali che all’epoca si imponevano alle donne, Elisabeth “Beth” bambina estremanete timida ma con un gran talento musicale, e infine La piccola Amy, capricciosa e decisamente viziata, almeno all’inizio) discutono sui regali che avrebbero voluto avere, purtroppo la guerra e i rovesci finanziari del padre, han reso povera questa famiglia, tuttavia le giovani non si perdono d’animo e non potendo fare gran che per se stesse con il loro denaro, decidono di usare quel poco che hanno per comprare dei doni alla loro mamma.

Inizieranno per loro varie vicissitudini alcune liete come l’incontro e l’amicizia con il Giovane Theodor Laurence  e suo nonno e altre estremamente drammatiche come il ferimento del padre in guerra e la malattia di Beth.

il libro escrive esattamente un anno di vita delle ragazze inizia a natale e si conclude il natale successivo, definendo un percorso di crescita e di definizione del carattere e dei valori delle giovani.

L’autrice del romanzo descrive molto bene i vari aspetti di ogni personaggio del libro, persino di quelli secondari, il racconto si basa sul rispetto dei valori fondamentali, come la famiglia, la comunità il patriottismo e in generale i buoni sentimenti.

Consiglio la lettura di questo libro veramente  tutti, anche se a tratti può essere eccessivamente melenso e drammatico è un racconto interessante che descrive un epoca e uno modo di vivere decisamente diverso da quello attuale.

“Lo Hobbit” Di J.R.R. Tolkien

Con l’arrivo dell’estate può risultare molto piacevole dedicare parte del proprio tempo libero, vorrei quindi creare una “rubrica” settimanale per suggerire letture “rinfrescanti” o quanto meno interessanti.

Spesso i bambini vedono la lettura come una cosa noiosa o addirittura una sorta di punizione, per far capire ai ragazzi come sia interessante spegnere ogni tanto la playstation e immergersi in un libro, direi che il primo passo è leggere (genitori-figli) contemporaneamente lo stesso libro, questo sia per poterne discutere, dei vari personaggi ed argomenti, sia per rendere la lettura una cosa “familiare”,  di tutti i giorni.

Il primo libro che vorrei suggerire è “lo hobbit” di J.R.R Tolkien.1

Lo Hobbit è un libro di Genere Fantasy Prequel del Più Famoso “Signore Degli Anelli” Reso celebre anche grazie alla trilogia di film.

Nel libro si narrano le avventure di Bilbo Baggins un Hobbit,  che vivra un incredibile avventura insieme a 13 Nani e uno Stregone Gandalf il Grigio.

2Gli Hobbit vengono anche chiamati mezz’uomini in quanto di bassa statura, vivono in buche scavate nel terreno, ma dotate di ogni confort per avere una vita semplice e comoda, sono un popolo Pacifico, ma preferiscono evitare la “gente alta” non amano le avventure o le cose stravaganti.

Bilbo Baggins è un tipico Hobbit, Ha una bella casa ereditata dai suoi antenati, è decisamente benestante è un pò pigro e come la stragrande maggioranza 3degli Hobbit adora i pasti abbondanti, una mattina Dopo una più che sostanziosa colazione si stava sistemando in veranda per accendere la sua pipa Hobbit, quando gli si para davanti un uomo decisamente alto con una folta barba grigia e un cappello a punta, in quel momento Bilbo non sapeva che stava per incominciare per lui una grandissima avventura, di viaggi in terre straniere di incontri Con Nani Elfi, Trol e il Terribile Drago Smaug.4

Tolkien scrisse lo hobbit per i suoi figli ed è una lettura che consiglio caldamente a tutti Genitori e figli, infatti tolkien oltra creare una trama affascinante e un racconto avvincente creo anche i vari linguaggi, Elfico, Nanesco ecc ecc, creo un racconto dove un piccolo individuo timido e pacifico, alla fine fà la differenza, compiendo azioni che neanche lui stesso si credeva in grado di compiere e questo può essere di insegnamento a molti.

Buona lettura e aspetto eventuali commenti^____-

 

SGRAVI FISCALI PER CHI AMA LEGGERE!!

Buona notizia per chi ama leggere è stata infatti approvata l’agevolazione  fiscale per l’acquisto di libri, anche per i libri scolastici.

La detrazione fiscale è del 19 %  sulle spese sostenute nel corso dell’anno solare per l’acquisto di libri.
La misura è valida per i prossimi tre anni e prevede un massimale di 2000 euro a persona, di cui 1000€ per i testi scolastici ed universitari e gli altri 1000€ per tutte le altre pubblicazioni.

Per saperne di più fonte: Il Libraio

Richiedere i Libri Digitali alle case editrici

Per chi ha bisogno del libro digitale e non vuole, associarsi ad AID può rivolgersi direttamente alle case editrici.

Purtroppo solo alcune  mettono a disposizione il libro in pdf GRATUITAMENTE  e dietro semplice richiesta, in tempi abbastanza brevi:

Zanichelli : disponibilità a soddisfare la singola richiesta della famiglia. Esiste un modulo apposito di richiesta sul loro sito

LaTerza: la scuola deve inoltrare la richiesta all’editore via fax 080.52335228 con conferma dell’adozione della classe e l’acquisto del volume in formato cartaceo.

Palumbo Editore: far mandare una richiesta dal Dirigente Scolastico, con l’indicazione del nome dell’alunno e il titolo dei libri, il formato pdf arriverà direttamente alla Direzione Scolastica.

De Agostini : I volumi sono disponibili anche in formato elettronico utilizzabile da studenti con particolari problemi di apprendimento facendone diretta richiesta a  DeAgostini Scuola DICHIARAZIONE SULL’UTILIZZO DEL LIBRO DIGITALE
e inviandola via fax: 011.19.505.710, o via e-mail: scrivi@scuola.com, o tramite posta a:DeAgostini Scuola, Servizio Clienti, Lungo Dora Colletta, 67, 10153 Torino

Giunti Editore: forniscono gratuitamente i pdf scaricandoli dal sito una volta fatta la registrazione e così per tutti i loro testi della primaria

Fonte: www.quartocervello.it

**Ringrazio AGIAD per le informazioni preziose, senza le quali la stesura di questo articolo non avrebbe potuto essere scritto