Archivi categoria: Legge e diritti

Nei casi in cui i ragazzi hanno la 104 ma è in scadenza e non si è ancora riusciti a fare l’aggiornamento all’INPS per il rinnovo cosa accade?

Può accadere che la 104 sia in scadenza, di solito al rinnovo del ciclo scolastico, ma non si è ancora in possesso del rinnovo, ne si ha  ancora l’appuntamento per la commissione INPS per l’accertamento della disabilità.

NIENTE PAURA

Fino all’accertamento i ragazzi mantengono gli stessi diritti come se la 104 non fosse scaduta  Legge 114-14 art 25 comma 6-bis

Come devono essere gli Attestati dei crediti formativi per gli studenti con disabilità

Per gli studenti con disabilità delle scuole superiori, che a causa delle loro caratteristiche, sono impossobilitati a fare un percorso didattico parallelo alla classe, faranno un percorso DIFFERENZIATO, questo non porterà ad un diploma di scuola superiore ma a un attestato dei crediti formativi, chiamato anche attestato di qualifica professionale.

Come deve essere questo attestato è definito dalla circolare  n° 125 del 20 luglio 2001

Gli elementi informativi che debbono essere contenuti nei modelli di attestati riguardano:

  •  le ore relative a indirizzo e durata del corso di studi,
  •  votazione complessiva ottenuta,
  •  materie di insegnamento ricomprese nel curricolo degli studi con l’indicazione della durata oraria complessiva destinata a ciascuna,
  •  competenze,
  •  conoscenze e capacità anche professionali acquisite,
  •  crediti formativi documentati in sede di esame.

Circolare MIUR  n° 125 del 20 luglio 2001

Cosa sono i codici (ICD-10) che appaiono nelle certificazioni

La classificazione ICD (dall’inglese International Classification of Diseases; in particolare, International Statistical Classification of Diseases, Injuries and Causes of Death) è la classificazione internazionale delle malattie e dei problemi correlati, stilata dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS-WHO).

Oggi  è alla decima edizione, è stata approvata nel 1990 durante la 43ª Assemblea mondiale della sanità dell’OMS e utilizzata a partire dal 1994.

L’ICD-10 si distingue secondo 3 assi:

  • Asse 1 disturbi psichiatrici
  • Asse 2 disturbi evolutivi (dei quali fanno parte anche i Disturbi Specifici di Apprendimento)
  • Asse 3 disturbi cognitivi

I CODICI PIU’ FREQUENTI

F 70 Ritardo mentale lieve
F 71 Ritardo mentale di media gravità
F 72 Ritardo mentale grave
F 73 Ritardo mentale profondo

F 80 Disturbo evolutivo specifico dell’eloquio e del linguaggio

F81 – Disturbi evolutivi specifici delle abilità scolastiche:

  • F81.0 – Disturbo specifico di lettura (dislessia)
  • F81.1 – Disturbo specifico della compitazione (Disortografia)
  • F81.2 – Disturbo specifico delle abilitàaritmetiche (Discalculia)
  • F81. 8 – Disturbo dell’Espressione Scritta (Disgrafia) 

F 81.3 Disturbi misti delle abilità scolastiche
F 81.9 Disordine evolutivo delle abilità scolastiche non meglio specificato

F 82 Disturbo evolutivo specifico delle abilità motorie (Disprassia)

F 83 Disturbi evolutivi specifici misti

F 84.0 Autismo infantile

  • 84.1 Autismo atipico 
  • 84.2 Sindrome di Rett 
  • F84.3 Sindrome disintegrativa dell’infanzia di altro tipo
  • F84.4 Sindrome iperattiva associata a ritardo mentale e movimenti stereotipati
  • F84.5 Sindrome di Asperger

F 89 Sindromi e disturbi non specificati da alterato sviluppo psicologico Sindromi ipercinetiche (comprende ADHD)

F 90.0 Disturbo dell’attività e dell’attenzione

F 95.2 Sindrome di tourette
F 98 Altri disturbi comportamentali e della sfera emozionale con esordio abituale nell’infanzia e nell’adolescenza

Per vedere questi codici più nello specifico cliccare qua

 

Alcuni di questi codici possono portare alla legge 104 (legge di invalidità) e quindi possono portare ad avere il diritto al sostegno scolastico

LEGGE 5 febbraio 1992 n. 104 (LEGGE D’INVALIDITA’) art 3 comma 1 pag 3

Perché un minore ottenga i benefici legati alla legge 104, quindi, occorre la combinazione di 3 fattori, che devono ESSERE TUTTI PRESENTI:

  •  una MINORAZIONE FISICA, PSICHICA (esempio ritardo mentale, qualche patologia psichiatrica come l’autismo) o SENSORIALE (esempio di dificit di vista o di udito),
  • una DIFFICOLTA’ DI APPRENDIMENTO O DI RELAZIONE causata dalla minorazione di cui sopra,
  •  una SITUAZIONE DI SVANTAGGIO SOCIALE O EMARGINAZIONE determinata dalla minorazione e dalle sue conseguenze su apprendimenti e RELAZIONI (infatti nella commissione di accertamento, sarà presente anche l’assistente sociale della ASL, cui spetta tale ultima valutazione)

In sintesi, se la minorazione produce gli effetti indicati ( “difficoltà” e “svantaggio”) può rientrare nella Legge  104,  vale anche per ADHD e  i DSA se in comorbilità con altri disturbi (tipo disturbo dell’umore, problemi di gestione dall’ansia, disturbi emozionali, disturbo dell’attenzione, o altro) a patto però che il QI sia nella norma o superiore. 

Programma “differenziato” alla scuola media

STUDENTI CON DSA

 La valutazione degli apprendimenti, incluse l’ammissione e la
partecipazione all’esame finale del primo ciclo di istruzione, deve essere coerente con il piano didattico personalizzato (PDP) predisposto dai  docenti del consiglio di classe.

Per l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione
la commissione puo’ riservare agli studenti con DSA, tempi più lunghi di quelli ordinari, possono utilizzare gli strumenti compensativi (informatici e non) previsti nel PDP e usati in corso d’anno.

Nel caso in cui lo studente fosse dispensato dalla prove scritte di lingue straniere, la commissione degli esami, sostituirà la prova scritta con una verifica orale, in casi particolarmente gravi si può anche esonerare completamente lo studente dalla lingua straniera, in questi casi agli esami lo studente non sosterrà (per niente) la prova.

Lo studente con DSA, riceverà un regolare diploma e non si farà menzione sullo stesso, della differenziazione delle prove.

62-17 art. 11 comma da 9 a 15 pag 11-12

Questo decreto modifica il precedente allegato alle linee guida, DL 5669-2011, che prevedeva il NON rilascio del diploma in caso di esonero dalla lingua straniera. 
CONSIGLIO AI GENITORI

Non esonerate dalla lingua straniera i vostri figli, perchè per quanto questa possa risultare difficile, alle supriori l’avranno comunque e lì non si potrà esonerare, altrimenti non riceveranno il diploma finale, quindi, essendo stati esonerati alla scuola media, poi si troveranno nella condizione di essere notevolmente indietro rispetto al resto dei compagni e la fatica per raggiungere una valutazione sufficente sarà notevolmente superiore.

STUDENTI CON LEGGE 104

Se uno studente con disabilità per sue necessità personali, legati alla sua patologia e al suo modo di apprendere, necessita di una didattica differenziata rispetta alla classe di appartenenza si predispone un PEI con programmazione indivudualizzata e personalizzata, cioè le prove di verifica saranno “diverse” da quelle dei compagni, ma con valore equipollente, questa diversificazione può includere tutte le discipline o anche solo una, come ad esempio la lingua straniera, la quale può essere semplicemente dispensata dalle prove scritte, OPPURE esonerato completamente dalla disciplina.

Di conseguenza agli esami di fine ciclo lo studente avrà prove coerenti con il PEI (queste prove avranno valore equipollente) e non sosterrà esami nelle dipline dalle quali è stato esonerato.

In ogni caso lo studente a fine ciclo riceverà un regolare diploma e non si farà menzione sullo stesso, della differenziazione della didattica.

 

SOLO nel caso che, lo studente NON SI PRESENTI agli esami conclusivi del ciclo, allora egli riceverà un attestato dei crediti formativi, che gli permetterà comunque l’accesso alla scuola superiore, ma che NON ESSENDO UN DIPLOMA, non gli permetterà di raggiungere il diploma, ma solo un altro attestato dei crediti formativi. DL 62-17 art. 11 comma da 4 a 8 pag 11